Sanatrix per Lei

SANATRIX PER LEI Check Up


Il nostro check up non è uguale per tutte

Ogni donna è diversa e unica: unica la sua storia, le sue caratteristiche e, soprattutto, i suoi fattori di rischio personali.
Per questo il nostro check up non è una semplice lista precompilata di esami, ma sarà costruito su ogni paziente da un case manager dedicato che valuterà gli esami importanti da eseguire, subito dopo un colloquio approfondito. | programma Sanatrix per Lei Check Up è frutto dell'unione strutturata di tutti gli specialisti che si prendono cura della donna e mettono a disposizione percorsi dedicati alla prevenzione delle principali patologie del mondo femminile.
Check Up sono consigliati a tutte le donne che desiderano monitorare il proprio stato di salute generale o controllare parametri specifici della salute femminile.

Sanatrix per lei, nello specifico, e a differenza di altri programmi standardizzati, nasce al fine di proporre ad ogni donna un percorso di prevenzione senologica e ginecologica d'eccellenza e può includere, fra le consulenze specialistiche e i servizi per la diagnostica:

Esami del sangue, inclusi Pap Test; HPV; ricerca sangue occulto feci
Ecografia Mammaria Bilaterale con Color Doppler
Mammografia Clinica Bilaterale (solo per donne maggiori di 40 anni)
Visita ginecologica con ecografia transvaginale
Visita senologica
Consulto Dietistico
Counceling Genetico

Dall'incontro con il case manager alla valutazione del tuo stato di salute

Il colloquio con il case manager potrà avvenire in clinica, al telefono o in videoconferenza. Una volta stabilito l'iter da seguire per la valutazione del tuo stato di salute, verrà concordata con te una data in cui potrai venire in clinica e effettuare tutti gli esami nello stesso giorno. I referti ti verranno consegnati immediatamente, o, comunque, nel più breve tempo possibile a seconda dei tempi tecnici di realizzazione. Inoltre, quando avrai concluso gli esami diagnostici, il case manager ti aiuterà a definire le tue eventuali future necessità.

SANATRIX PER LEI Check Up


Il nostro check up non è uguale per tutte

Ogni donna è diversa e unica: unica la sua storia, le sue caratteristiche e, soprattutto, i suoi fattori di rischio personali.
Per questo il nostro check up non è una semplice lista precompilata di esami, ma sarà costruito su ogni paziente da un case manager dedicato che valuterà gli esami importanti da eseguire, subito dopo un colloquio approfondito. | programma Sanatrix per Lei Check Up è frutto dell'unione strutturata di tutti gli specialisti che si prendono cura della donna e mettono a disposizione percorsi dedicati alla prevenzione delle principali patologie del mondo femminile.
Check Up sono consigliati a tutte le donne che desiderano monitorare il proprio stato di salute generale o controllare parametri specifici della salute femminile.

Sanatrix per lei, nello specifico, e a differenza di altri programmi standardizzati, nasce al fine di proporre ad ogni donna un percorso di prevenzione senologica e ginecologica d'eccellenza e può includere, fra le consulenze specialistiche e i servizi per la diagnostica:

Esami del sangue, inclusi Pap Test; HPV; ricerca sangue occulto feci
Ecografia Mammaria Bilaterale con Color Doppler
Mammografia Clinica Bilaterale (solo per donne maggiori di 40 anni)
Visita ginecologica con ecografia transvaginale
Visita senologica
Consulto Dietistico
Counceling Genetico

Dall'incontro con il case manager alla valutazione del tuo stato di salute

Il colloquio con il case manager potrà avvenire in clinica, al telefono o in videoconferenza. Una volta stabilito l'iter da seguire per la valutazione del tuo stato di salute, verrà concordata con te una data in cui potrai venire in clinica e effettuare tutti gli esami nello stesso giorno. I referti ti verranno consegnati immediatamente, o, comunque, nel più breve tempo possibile a seconda dei tempi tecnici di realizzazione. Inoltre, quando avrai concluso gli esami diagnostici, il case manager ti aiuterà a definire le tue eventuali future necessità.

Chirurgia Senologica

L’Unità di Chirurgia Senologica di Clinica Sanatrix è una struttura altamente qualificata, specializzata nella prevenzione, diagnosi e cura delle malattie della mammella. L’approccio multidisciplinare nella gestione clinico-assistenziale delle pazienti basata sulla collaborazione di diversi specialisti del settore consente di intervenire in ogni stadio della malattia. L’attività eseguita copre tutte le esigenze delle donne affette da tali patologie, sia in termini di diagnosi, con l’esecuzione di agoaspirati, biopsie mammarie, biopsie su reperage e biopsie cutanee, sia in termini terapeutici con l’esecuzione della chirurgia conservativa e di quella demolitiva.

L’Unità di Chirurgia Senologica della Clinica Sanatrix è all’avanguardia nello sviluppare trattamenti locoregionali integrati nell’ottica di modificare in senso positivo la storia naturale della malattia neoplastica e la qualità di vita dei pazienti oncologici.
Tra i quali:
chirurgia oncoplastica che mira a coniugare la radicalità oncologica con quello estetico minimizzando l’esito cicatriziale
chirurgia ricostruttiva immediata nei casi di mastectomia e soluzioni risparmiatrici di cute e del complesso areola capezzolo (Skin-nipple sparing)
radioterapia intraoperatoria (IORT) in pazienti selezionate affette da carcinoma della mammella
chirurgia del linfonodo sentinella con esame molecolare intraoperatorio (One Step Nucleic Acid Amplification-OSNA) nei casi di carcinoma mammario

Chirurgia Senologica

L’Unità di Chirurgia Senologica di Clinica Sanatrix è una struttura altamente qualificata, specializzata nella prevenzione, diagnosi e cura delle malattie della mammella. L’approccio multidisciplinare nella gestione clinico-assistenziale delle pazienti basata sulla collaborazione di diversi specialisti del settore consente di intervenire in ogni stadio della malattia. L’attività eseguita copre tutte le esigenze delle donne affette da tali patologie, sia in termini di diagnosi, con l’esecuzione di agoaspirati, biopsie mammarie, biopsie su reperage e biopsie cutanee, sia in termini terapeutici con l’esecuzione della chirurgia conservativa e di quella demolitiva.

L’Unità di Chirurgia Senologica della Clinica Sanatrix è all’avanguardia nello sviluppare trattamenti locoregionali integrati nell’ottica di modificare in senso positivo la storia naturale della malattia neoplastica e la qualità di vita dei pazienti oncologici.
Tra i quali:
chirurgia oncoplastica che mira a coniugare la radicalità oncologica con quello estetico minimizzando l’esito cicatriziale
chirurgia ricostruttiva immediata nei casi di mastectomia e soluzioni risparmiatrici di cute e del complesso areola capezzolo (Skin-nipple sparing)
radioterapia intraoperatoria (IORT) in pazienti selezionate affette da carcinoma della mammella
chirurgia del linfonodo sentinella con esame molecolare intraoperatorio (One Step Nucleic Acid Amplification-OSNA) nei casi di carcinoma mammario

Tumore al Seno

Affidarsi a un centro di eccellenza come la Clinica Sanatrix per la prevenzione, la diagnosi precoce ed accurata del tumore al seno e delle sue caratteristiche biologiche e le cure rendono massima la probabilità di guarigione completa. Anche nelle situazioni più difficili, l’eccellenza delle cure è la base necessaria per il controllo a lungo termine della malattia in uno stato di benessere.

Le diverse competenze in Radiologia, Chirurgia, Oncologia Medica, Radioterapia, Farmacoprevenzione, Medicina Nucleare e altre specializzazioni coinvolte nella gestione della persona con tumore al seno lavorano insieme per definire l’approccio migliore in ogni singolo caso. La personalizzazione della diagnosi, delle cure e del follow-up è la strategia che permette di ottenere il massimo dei risultati in termini di guarigione, controllo della malattia, qualità della vita.

Fattori di Rischio


La predisposizione allo sviluppo del tumore mammario è associata ad alcuni fattori:

fattori genetici, relativamente rari, ma di particolare interesse
fattori epidemiologici, di importanza relativa: familiarità, età precoce alla prima mestruazione e l’età tardiva alla menopausa, nessuna gravidanza oppure prima gravidanza dopo i trenta anni di età, allattamento al seno scarso o assente, obesità e consumo di alcol.

Questi fattori di rischio, seppure importanti, non sono sufficienti per spiegare tutti i casi di malattia.

Il 70% circa dei tumori al seno si verifica in donne per le quali non sono conosciuti particolari fattori di rischio: ecco perché è giusto e doveroso che tutte le donne siano informate sulla prevenzione prendendo così la decisione di adottarla con l’aiuto dei centri specializzati. I fattori di rischio non sono requisiti che possano influenzare a priori, allo stato attuale delle conoscenze, il ritmo e il tipo di diagnosi precoce, salvo nei casi di mutazione genetica. La prevenzione può salvare la vita a tutte le donne, a prescindere dai fattori di rischio.

L'Importanza della Prevenzione


Alla prevenzione è dedicata un’area specifica dell’oncologia che studia e applica nuove strategie per individuare persone o gruppi familiari ad alto rischio (genetico, familiare, metabolico), persone con lesioni pretumorali ed a rischio alto di sviluppare un secondo tumore.

La prevenzione primaria può evitare la nascita e lo sviluppo di una malattia. Si fa prevenzione primaria quando si assume un comportamento (o una sostanza) in grado di ridurre il rischio di ammalarsi. La prevenzione primaria del tumore al seno si basa sullo stile di vita e – in fase ancora sperimentale – sull’assunzione di alcune sostanze nelle situazioni a rischio molto alto documentato da test genetico positivo. Lo stile di vita corretto prevede esercizio fisico costante e regolare almeno tre volte ogni settimana (60 minuti ogni sessione), astensione dal fumo e dal consumo di alcolici e alimentazione corretta.

La prevenzione secondaria è la diagnosi precoce. Scoprire un tumore quando è ancora in fase iniziale, di piccole dimensioni e ancora non è palpabile significa avere una probabilità alta di guarigione completa con cure di minima entità e minimo disagio, chirurgiche e farmacologiche. Nel caso di una diagnosi non precoce esistono comunque cure efficaci: un tumore iniziale ha una maggiore probabilità di guarigione completa e definitiva, ma con le cure e i controlli adeguati anche le persone con un tumore mammario più avanzato hanno buone probabilità di controllo della malattia a lungo termine.

Tumore al Seno

Affidarsi a un centro di eccellenza come la Clinica Sanatrix per la prevenzione, la diagnosi precoce ed accurata del tumore al seno e delle sue caratteristiche biologiche e le cure rendono massima la probabilità di guarigione completa. Anche nelle situazioni più difficili, l’eccellenza delle cure è la base necessaria per il controllo a lungo termine della malattia in uno stato di benessere.

Le diverse competenze in Radiologia, Chirurgia, Oncologia Medica, Radioterapia, Farmacoprevenzione, Medicina Nucleare e altre specializzazioni coinvolte nella gestione della persona con tumore al seno lavorano insieme per definire l’approccio migliore in ogni singolo caso. La personalizzazione della diagnosi, delle cure e del follow-up è la strategia che permette di ottenere il massimo dei risultati in termini di guarigione, controllo della malattia, qualità della vita.

Fattori di Rischio


La predisposizione allo sviluppo del tumore mammario è associata ad alcuni fattori:

fattori genetici, relativamente rari, ma di particolare interesse
fattori epidemiologici, di importanza relativa: familiarità, età precoce alla prima mestruazione e l’età tardiva alla menopausa, nessuna gravidanza oppure prima gravidanza dopo i trenta anni di età, allattamento al seno scarso o assente, obesità e consumo di alcol.

Questi fattori di rischio, seppure importanti, non sono sufficienti per spiegare tutti i casi di malattia.

Il 70% circa dei tumori al seno si verifica in donne per le quali non sono conosciuti particolari fattori di rischio: ecco perché è giusto e doveroso che tutte le donne siano informate sulla prevenzione prendendo così la decisione di adottarla con l’aiuto dei centri specializzati. I fattori di rischio non sono requisiti che possano influenzare a priori, allo stato attuale delle conoscenze, il ritmo e il tipo di diagnosi precoce, salvo nei casi di mutazione genetica. La prevenzione può salvare la vita a tutte le donne, a prescindere dai fattori di rischio.

L'Importanza della Prevenzione


Alla prevenzione è dedicata un’area specifica dell’oncologia che studia e applica nuove strategie per individuare persone o gruppi familiari ad alto rischio (genetico, familiare, metabolico), persone con lesioni pretumorali ed a rischio alto di sviluppare un secondo tumore.

La prevenzione primaria può evitare la nascita e lo sviluppo di una malattia. Si fa prevenzione primaria quando si assume un comportamento (o una sostanza) in grado di ridurre il rischio di ammalarsi. La prevenzione primaria del tumore al seno si basa sullo stile di vita e – in fase ancora sperimentale – sull’assunzione di alcune sostanze nelle situazioni a rischio molto alto documentato da test genetico positivo. Lo stile di vita corretto prevede esercizio fisico costante e regolare almeno tre volte ogni settimana (60 minuti ogni sessione), astensione dal fumo e dal consumo di alcolici e alimentazione corretta.

La prevenzione secondaria è la diagnosi precoce. Scoprire un tumore quando è ancora in fase iniziale, di piccole dimensioni e ancora non è palpabile significa avere una probabilità alta di guarigione completa con cure di minima entità e minimo disagio, chirurgiche e farmacologiche. Nel caso di una diagnosi non precoce esistono comunque cure efficaci: un tumore iniziale ha una maggiore probabilità di guarigione completa e definitiva, ma con le cure e i controlli adeguati anche le persone con un tumore mammario più avanzato hanno buone probabilità di controllo della malattia a lungo termine.

Chirurgia Ricostruttiva Senologica

La ricostruzione del seno è oggi considerata parte integrante del percorso di cura di una neoplasia della mammella. Negli ultimi anni, grazie alla maggior consapevolezza delle donne e ad esami strumentali sempre più sofisticati si è arrivati a ottenere un alto indice di diagnosi precoce con evidenza di tumori di piccole dimensioni che necessitano per il loro trattamento di interventi chirurgici meno invasivi che garantiscono un miglior risultato estetico.

Il moderno trattamento di un tumore della mammella non dipende da un unico referente terapeutico ma viene stabilito e concordato da un equipe multidisciplinare di specialisti (Breast Unit) per offrire a una paziente tutte le opportunità, date oggi dalla scienza medica, per affrontare la malattia, curare il tumore e tornare alla vita normale. Considerati tutti gli aspetti, la paziente deve essere aiutata a valutare, con un’ampia informazione, i costi e i benefici, sia in termini estetici che di salute, di ogni tipo di intervento chirurgico disponibile per il suo caso clinico (trattamento chirurgico personalizzato). Ogni caso clinico è diverso da un altro e richiede un approccio personalizzato, concordato tra i diversi specialisti della Breast Unit e la paziente stessa.

La Breast Unit della Clinica Sanatrix vanta un’equipe di eccellenza composta da chirurghi senologi, chirurghi plastici, oncologo, radioterapista, istologo, genetista, psicologo e dal nutrizionista. L’equipe mette a disposizione di tutte le pazienti la propria esperienza trentennale con migliaia di interventi chirurgici eseguiti e tecniche sempre all’avanguardia.

Per la tipologia d’intervento chirurgico necessario e per la ricostruzione non esistono regole assolute. Nello stabilire un percorso chirurgico-ricostruttivo non bisogna considerare solo la dimensione del nodulo ma anche le caratteristiche originarie della mammella, la sua forma e misura, la conformazione generale della paziente e soprattutto i suoi desideri, nel rispetto della cura della malattia che rimane sempre l’obiettivo prioritario.

La ricostruzione della mammella è un insieme di tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di restituire a una paziente una forma e un volume del seno quanto più vicini possibile a quelli naturalmente presenti prima dell’intervento. Quando è possibile eseguire un intervento conservativo, parziale, asportando solo il nodulo con un congruo margine di tessuto ghiandolare libero dalla malattia, le moderne tecniche ricostruttive si avvalgono di lembi ghiandolari, vicini all’area di asportazione del nodulo, che vengono ruotati per colmare il difetto lasciato dalla sua asportazione (chirurgia oncoplastica). Un’altra tecnica ricostruttiva all’avanguardia è il lipofilling che consiste nel prelievo, tramite una piccola cannula di aspirazione, di tessuto adiposo, da diverse regioni del corpo. Questo tessuto adiposo, dopo opportuno trattamento e purificazione, può essere utilizzato per colmare i difetti dei tessuti, riempiendo possibili avvallamenti o irregolarità che possono residuare sia dopo un intervento di asportazione di un nodulo sia dopo una mastectomia ricostruita con una protesi mammaria.

Quando invece il tipo istologico del tumore o la sua sede non rendono possibile l’asportazione del solo nodulo si rende necessario eseguire un intervento chirurgico che prevede l’asportazione completa della ghiandola salvando, quando è possibile, l’areola e il capezzolo (mastectomia conservativa). In questi casi è possibile ricostruire immediatamente la mammella posizionando, durante lo stesso intervento, una protesi mammaria ottenendo al contempo un ottimale risultato estetico insieme a un corretto trattamento oncologico.

In particolari e selezionati casi la ricostruzione della mammella può essere eseguita senza utilizzare una protesi mammaria ma sfruttando i tessuti propri della paziente (ricostruzione autologa). In questi casi si può utilizzare o il tessuto adiposo della regione addominale (lembo TRAM o lembo DIEP) o i tessuti della regione glutea (lembo GAP).

Nella prevenzione e nel trattamento dei tumori della mammella svolge un ruolo molto importante il medico genetista. Quando una donna presenta una mutazione genica (BRCA1e BRCA2) è corretto eseguire un intervento chirurgico bilaterale. Questi selezionati casi possono essere trattati con una mastectomia conservativa bilaterale (mastectomia profilattica) conservando tutta la cute e il complesso areola-capezzolo. In questi casi la ricostruzione immediata viene eseguita posizionando una coppia di protesi mammarie sottocutanee (ricostruzione prepettorale) conservando integralmente la funzionalità muscolare.



…la guarigione è un percorso che si completa quando alla fine ci si riconosce di nuovo nel proprio corpo, nonostante gli inevitabili cambiamenti…


Chirurgia Ricostruttiva Senologica

La ricostruzione del seno è oggi considerata parte integrante del percorso di cura di una neoplasia della mammella. Negli ultimi anni, grazie alla maggior consapevolezza delle donne e ad esami strumentali sempre più sofisticati si è arrivati a ottenere un alto indice di diagnosi precoce con evidenza di tumori di piccole dimensioni che necessitano per il loro trattamento di interventi chirurgici meno invasivi che garantiscono un miglior risultato estetico.

Il moderno trattamento di un tumore della mammella non dipende da un unico referente terapeutico ma viene stabilito e concordato da un equipe multidisciplinare di specialisti (Breast Unit) per offrire a una paziente tutte le opportunità, date oggi dalla scienza medica, per affrontare la malattia, curare il tumore e tornare alla vita normale. Considerati tutti gli aspetti, la paziente deve essere aiutata a valutare, con un’ampia informazione, i costi e i benefici, sia in termini estetici che di salute, di ogni tipo di intervento chirurgico disponibile per il suo caso clinico (trattamento chirurgico personalizzato). Ogni caso clinico è diverso da un altro e richiede un approccio personalizzato, concordato tra i diversi specialisti della Breast Unit e la paziente stessa.

La Breast Unit della Clinica Sanatrix vanta un’equipe di eccellenza composta da chirurghi senologi, chirurghi plastici, oncologo, radioterapista, istologo, genetista, psicologo e dal nutrizionista. L’equipe mette a disposizione di tutte le pazienti la propria esperienza trentennale con migliaia di interventi chirurgici eseguiti e tecniche sempre all’avanguardia.

Per la tipologia d’intervento chirurgico necessario e per la ricostruzione non esistono regole assolute. Nello stabilire un percorso chirurgico-ricostruttivo non bisogna considerare solo la dimensione del nodulo ma anche le caratteristiche originarie della mammella, la sua forma e misura, la conformazione generale della paziente e soprattutto i suoi desideri, nel rispetto della cura della malattia che rimane sempre l’obiettivo prioritario.

La ricostruzione della mammella è un insieme di tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di restituire a una paziente una forma e un volume del seno quanto più vicini possibile a quelli naturalmente presenti prima dell’intervento. Quando è possibile eseguire un intervento conservativo, parziale, asportando solo il nodulo con un congruo margine di tessuto ghiandolare libero dalla malattia, le moderne tecniche ricostruttive si avvalgono di lembi ghiandolari, vicini all’area di asportazione del nodulo, che vengono ruotati per colmare il difetto lasciato dalla sua asportazione (chirurgia oncoplastica). Un’altra tecnica ricostruttiva all’avanguardia è il lipofilling che consiste nel prelievo, tramite una piccola cannula di aspirazione, di tessuto adiposo, da diverse regioni del corpo. Questo tessuto adiposo, dopo opportuno trattamento e purificazione, può essere utilizzato per colmare i difetti dei tessuti, riempiendo possibili avvallamenti o irregolarità che possono residuare sia dopo un intervento di asportazione di un nodulo sia dopo una mastectomia ricostruita con una protesi mammaria.

Quando invece il tipo istologico del tumore o la sua sede non rendono possibile l’asportazione del solo nodulo si rende necessario eseguire un intervento chirurgico che prevede l’asportazione completa della ghiandola salvando, quando è possibile, l’areola e il capezzolo (mastectomia conservativa). In questi casi è possibile ricostruire immediatamente la mammella posizionando, durante lo stesso intervento, una protesi mammaria ottenendo al contempo un ottimale risultato estetico insieme a un corretto trattamento oncologico.

In particolari e selezionati casi la ricostruzione della mammella può essere eseguita senza utilizzare una protesi mammaria ma sfruttando i tessuti propri della paziente (ricostruzione autologa). In questi casi si può utilizzare o il tessuto adiposo della regione addominale (lembo TRAM o lembo DIEP) o i tessuti della regione glutea (lembo GAP).

Nella prevenzione e nel trattamento dei tumori della mammella svolge un ruolo molto importante il medico genetista. Quando una donna presenta una mutazione genica (BRCA1e BRCA2) è corretto eseguire un intervento chirurgico bilaterale. Questi selezionati casi possono essere trattati con una mastectomia conservativa bilaterale (mastectomia profilattica) conservando tutta la cute e il complesso areola-capezzolo. In questi casi la ricostruzione immediata viene eseguita posizionando una coppia di protesi mammarie sottocutanee (ricostruzione prepettorale) conservando integralmente la funzionalità muscolare.



…la guarigione è un percorso che si completa quando alla fine ci si riconosce di nuovo nel proprio corpo, nonostante gli inevitabili cambiamenti…


Medici al servizio del Centro

Rimani aggiornato.
Iscriviti alla Newsletter

Come contattarci

Via di Trasone, 61 - 00199 Roma
+39 06 86321981
info@clinicasanatrix.com

Lunedì — Venerdì: 8.00 — 20.00
Sabato: 8.00 — 14.00
Ricoveri H 24

Via di Trasone, 61 - 00199 Roma

+39 06 86321981

info@clinicasanatrix.com

Lunedì — Venerdì: 8.00 — 20.00

Sabato: 8.00 — 14.00

Ricoveri H 24

Sanatrix a casa Vostra

Sanatrix a casa Vostra

Servizio a domicilio


SANATRIX mette a disposizione tutti i suoi servizi direttamente presso il domicilio del Paziente.
Le visite e gli esami diagnostici vengono eseguiti con strumentario e materiali portatili, permettendo la stessa qualità dei nostri ambulatori.



Servizio a domicilio



SANATRIX mette a disposizione tutti i suoi servizi direttamente presso il domicilio del Paziente.
Le visite e gli esami diagnostici vengono eseguiti con strumentario e materiali portatili, permettendo la stessa qualità dei nostri ambulatori.

Visita i Centri Specializzati

Percorsi di Salute e Prevenzione

Visita i Centri Specializzati

Percorsi di Salute e Prevenzione

News


9 Ottobre 2020

Ottobre Rosa

Ottobre Rosa Clinica Sanatrix centerno-repeat;left top;;auto Il cancro al seno ha raggiunto il primato assoluto a livello di incidenza, attestandosi come il tumore più frequente. Lo […]
21 Agosto 2020

Sanatrix Per Lei

Sanatrix Per Lei – Centro di Senologia. La senologia è la disciplina medica che si interessa di tutte le problematiche relative ai problemi al seno, chiamato secondo […]